astro blog

Solstizio d’estate e ingresso nel segno zodiacale del cancro

Solstizio d’estate e ingresso nel segno zodiacale del cancro

Quando il 21 di giugno festeggiamo il giorno più lungo dell’anno e quindi onoriamo il sole e la sua forza vitale con tanti riti, passa quasi inosservato il fatto che entriamo anche nel segno zodiacale del cancro che viene governato non dal sole ma dalla luna.
Il principio maschile rappresentato dal sole e quello femminile che ritroviamo nella luna si condividono questo momento dell’anno.
Mentre il sole sembra costante nel suo percorso lungo l’eclittica, determinando il grande ritmo annuale delle stagioni, la luna che scandisce a ritmo più elevato i mesi con le sue fasi che cambiano velocemente sembra proprio ‘lunatica’ in confronto.
Ma la luna, governatore del cancro, è davvero riducibile soltanto al nostro mondo emotivo, al principio accogliente, passivo e nutriente del femminile, come siamo abituati a interpretarla nell’astrologia psicologica? Davvero la luna è solo lo specchio che riflette la luce solare, come se dipendesse da esso per essere vista?

Mentre nell’astrologia psicologica il principio del sole viene descritto con personalità, razionalità, identità e “strada per trovare me stesso”, la luna viene caratterizzata da parole come emozioni, bisogno e sicurezza emotivi, sentimenti e “prendersi cura di me stesso e degli altri”
A leggere le parole sulla luna sono certa che tutti abbiamo provato una sensazione di morbidezza interiore mentre quelle del sole hanno messo la voglia di alzarci e iniziare subito il cammino verso noi stessi.
Fatto sta che l’uno non può esistere senza l’altro: cosa sarebbe la nostra personalità senza i nostri sentimenti e come potremmo andare a trovare noi stessi se non fosse il cuore ad indicarci la strada? Sole e luna hanno bisogno di integrarsi a vicenda e nessuno dei due prevale sull’altro e ognuno è attivo a modo suo.

Chi meglio dei nati nel segno del cancro conosce la forza delle emozioni? Chi meglio di loro smuove il mondo interiore e circostante grazie alla forza vitale dei sentimenti?
siri-684881_1280
Come ho scritto nell’ articolo ‘Fiori di Bach e cancro’ che trovate nel mio blog,
Le emozioni sono il motore, la spinta nella vita per i nati nel segno del Cancro che percepiscono e vivono il mondo attraverso le emozioni (…) Attraverso le emozioni entra in contatto con il mondo circostante, si lascia trasportare dal loro flusso, assorbe le correnti emotive e vi cerca sicurezza, accoglienza e un domicilio per le proprie emozioni.”
Le emozioni quindi come energia per iniziare e smuovere – non per niente il cancro è un segno cardinale – ma anche come capacità di permettere che le cose succedano, seguendo il flusso degli eventi.

A giugno la forza del sole porta alla luce ciò che finora è rimasto nascosto dall’ombra. A livello psicologico significa che è un momento buono per affrontare i nostri lati ombra, quelle parti di noi che ci piacciono meno o delle quali non siamo nemmeno consapevoli ma che ci vengono rispecchiati dal mondo circostante. Parlo del nostro mondo emotivo rimasto al buio, non visto e non considerato e che invece ha bisogno di essere capito e reintegrato grazie alla capacità cognitiva della nostra personalità.
light-74892_1280
Con la forza vitale del mese di giugno, illuminate dalla luce del sole le nostre emozioni possono crescere, cambiare e maturare. Abbiamo adesso la possibilità più che in altri momenti dell’anno di prenderci cura di noi stessi e dei nostri bisogni emotivi.
La domanda cruciale per iniziare questo percorso verso le nostre emozioni è se ci amiamo davvero abbastanza per prenderci cura di noi stessi oppure ci perdiamo nel prenderci cura degli altri, dimenticandoci di noi.
A giugno la natura cresce, esplode sotto il sole – e noi? Cresciamo anche noi oppure ci sono lati in noi che da tempo non vedono la luce del sole, relegati nella cantina della nostra anima? Adesso con l’aiuto del sole è il momento di andare a vedere cosa è rimasto in sospeso emotivamente, cosa ha bisogno di crescere.
A volte non vogliamo vedere che persone o circostanze di vita non sono più utili alla nostra crescita interiore, cambiare fa paura perché non sappiamo cosa viene dopo il cambiamento. Per fortuna la luna è un’esperta nei cambiamenti, ogni fase lunare ne è la dimostrazione. Ci basta affidarci a noi stessi, alle nostre emozioni per portare la nostra personalità a fare i cambiamenti necessari, a fare luce nel buio e crescere lungo il nostro cammino verso noi stessi.
Per tutte queste ragioni e molte altre, il cosmo ha abbinato in questo momento dell’anno la vitalità del sole alla vitalità della luna, insieme possono portare grandi cambiamenti in noi.

Quindi, il 21 giugno festeggiamo non soltanto il sole ma rendiamo omaggio anche alla luna e all’ingresso nel segno zodiacale del cancro.

Share it!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *